La Sposa – Rivista d’arte e fatti culturali UT . nr 57 / 2016

 

L’Arte : che fatica !
Di fronte a una scultura classica o moderna , tutti noi anche i più esperti , ci poniamo con estremo imbarazzo, quasi timore intriso di rispetto prim’ancora di un giudizio estetico .
come avrà fatto l artista a modellarla con ausilio del solo scalpello ? quali talenti occorrono nello svelare la figura immersa nella grezza e inanimata pietra ?
oggi penseremo che non sia solo ‘ frutto di braccia ‘ ; c’è di mezzo tanta tecnologia e strumenti meccanici che facilitano e accelerano la produzione artistica di una scultore . Ma è sempre fatica vera !
La scultura , nella classifica delle arti, è posta al secondo gradino.
prima c’è la pittura che comprende discipline come il disegno, l’incisione , alcuni scrivono, anche la grafica digitale . Ma ognuno può e deve farsi una classifica propria , per passione , interesse ed emozioni ricevute o espresse da qualsiasi opera d’arte , sia visiva che intellettuale. forse meglio non farla ?

Genti Tavanxhiu è uno scultore puro , che con le mani e qualche strumento aggiornato, affronta la pesantezza della pietra per farne creativamente un’ immagine da accarezzare e osservare a 360 gradi. Ma qui , lui, non potendo proporci una ben che minima scultura , ci regala, per inverso, una figura diafana , eterea. Hemera , importane figura mitologica, è la perfetta interpretazione della sposa che solo il giorno , cioè lei stessa, può rivelarci in tutta la sua bellezza ,. Una donna nell’ ‘ interno di prepararsi, perché di lì a poco varcherà la fatidica soglia di una chiesa .

Francesco Del Zompo